La Trappe Tripel

Prodotta nell’abbazia olandese di Koningshoeven, nel 1999 fu al centro di una diatriba sulla possibilità di fregiarsi del titolo di “Authentic Trappist Beer“. Questo perché, proprio in quell’anno, gli impianti vennero ceduti alla Bavaria e la produzione si spostò al di fuori del monastero.

Dal 2005 La Trappe può nuovamente apporre sulle proprie bottiglie il logo di International Trappist Association grazie a un accordo che stabilisce dei precisi canoni da seguire. Tra questi c’è la supervisione dei monaci durante il processo produttivo, al fine di garantire una fedele riproduzione dell’antica ricetta e dei metodi produttivi originali.

La Trappe tripel

Si presenta con un giallo paglierino non troppo limpido, arricchito da un cappello di schiuma compatto e poco persistente. Al naso arriva un aroma dolce e leggermente fruttato, con una componente di miele che trovo molto piacevole.

Avverto queste sensazioni anche sul palato, accompagnate da leggere note maltate e un accenno di frutta e caramello in sottofondo. La dolcezza iniziale riemerge in ogni sorso, ma non disturba e non preclude la bevuta che, nonostante gli 8%, finisce per essere piacevole e quasi rinfrescante. Il retrogusto amaro spinge a riempire nuovamente il bicchiere, quasi ci fosse bisogno di uno stimolo per continuare a bere.

Abbinamenti

Al contadin non far sapere quanto è buona la trappista con le pere.

Perché il fruttato e la dolcezza della Trappe Tripel si abbina perfettamente con i formaggi di media stagionatura, meglio ancora se accompagnati con una pera non troppo matura. La Trappe Tripel è una birra strana, complicata da descrivere perché avverto sensazioni differenti, soprattutto quando inizia a “scaldarsi”.

A differenza di altre birre trappiste è preferibile consumarla a una temperatura di13/14 gradi per godere ogni sua sfumatura. Ho letto da qualche parte che sono gli stessi monaci a consigliare questa temperatura d’uso e se lo dicono loro c’è da credergli!

La Trappe Tripel si è rivelata una bevuta piacevole anche se con qualche piccola pecca, ma comunque degna di nota.

Dimmi che ne pensi

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.