Tenute Collesi, birra Ego

Bello collaborare con le aziende quando i prodotti da testare sono tra i più graditi. È il caso della Collesi, importante realtà nel campo della produzione di birre artigianali, che mi ha dato la possibilità di degustare sei differenti birre da 50 cl.

In questo modo potrò conoscere e raccontare la storia di questa piccola, grande, impresa italiana.

Collesi Ego

È una pils rifermentata naturalmente in bottiglia, e non pastorizzata.  Una birra poco impegnativa visto il basso contenuto alcolico, solo 5°, e per certi versi semplice. Questo non vuol dire che abbiamo di fronte un prodotto di scarsa qualità o incapace di soddisfare il nostro palato. Tutt’altro. Il gusto non eccessivamente fruttato si sposa alla perfezione con gli aromi di malto e agrumi che rendono la degustazione fresca e piacevole. Ecco perché la Collesi Ego ben si presta per un aperitivo assieme a snack e antipasti leggeri o per quattro chiacchiere con amici nel dopo cena.

Collesi Ego, bionda non pastorizzata

La seconda peculiarità che, di norma, non apprezzo è la bassa gradazione alcolica (questione di abitudine più che altro). Questa volta si è rivelata essere funzionale al prodotto, perché capace di mettere in primo piano le caratteristiche organolettiche citate.

Tenute Collesi birra Ego, bionda non pastorizzata

Per il primo assaggio ho deciso di accompagnarla con una porzione abbondante di patate fritte con maionese, alle quali ha fatto seguito un piatto di stuzzichini. Nello specifico cubetti di formaggio Emmental avvolti da fette di pancetta scaldata in una padella antiaderente per renderla croccante. Un aperitivo/spuntino semplice e veloce da preparare, ottimo sistema per apprezzare ogni sfaccettatura della Collesi Ego.

Birra rivelatasi una piacevole scoperta e gustata con estremo piacere.

Tenute Collesi

L’azienda avvia la produzione artigianale di birra ad Apecchio, paesino medioevale dell’entroterra marchigiano, in provincia di Pesaro-Urbino. La passione messa nel selezionare le materie prime, unita all’accurata scelta delle metodologie per la loro preparazione, ha fatto emergere le birre Tenute Collesi anche al di fuori del territorio nazionale. Non è un caso se molti prodotti vengono apprezzati e distribuiti in nord Europa, negli USA o in Giappone. La volontà di migliorare e crescere è evidenziata dall’impiego di un mastro birrario d’esperienza, quel Marc Knops creatore delle più importanti trappiste belghe.

Video consigliato: Gang Green – Alcohol

Dimmi che ne pensi

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.