Bier Du Demon, la più forte del mondo

La Du Demon nasce nella brasserie Les Brasseurs de Gayant, una delle più famose della nazione, fondata nel 1919 a Douai. Dalla Francia con furore, mi verrebbe da dire pensando alla personalità di questa birra e alla sua gradazione alcolica.

La bière blonde la plus forte du monde.

Con i suoi 12% è tra le più forti bionde presenti sul mercato ed ecco spiegato il furore che accompagna questo prodotto transalpino. Un sapore inconfondibile, percepibile fin dalla prima sorsata, frutto di un contrasto tra il dolce e l’amaro e che inizio con un sapore appena accennato di miele, per poi proseguire verso note più aspre nelle quali prevalgono le sfumature luppolate. Caratteristiche che agevolano la degustazione prolungata, andando a mitigare, almeno in parte, la massiccia presenza di malto e di alcol, senza infastidire il palato.

Il retrogusto è il vero tratto distintivo della Du Demon, l’aspetto che ho sempre considerato il tallone d’Achille per questa birra. Amarognolo e con un sentore ferroso che non sono mai riuscito a sopportare. Fortunatamente dopo la prima sorsata tende ad attenuarsi, forse perché le papille gustative finiscono in estasi mistica per l’alcol, finendo per passare in secondo piano. Tornando alle peculiarità che la contraddistinguono non possiamo non citare la poca presenza di schiuma, delicata e non eccessivamente persistente.

Du Demon

DU DEMON. DEGUSTAZIONE E ABBINAMENTI

L’elevata gradazione alcolica condiziona non poco il modo di consumare questa birra. Inutile dire che non è il caso di berla a stomaco vuoto e che il cibo da accompagnare deve essere quello giusto.
Nel caso di un aperitivo bisogna privilegiare formaggi stagionati evitando i classici snack salati che, a mio avviso, rovinerebbero il sapore. Molto più adatto il consumo durante una cena, magari a base di pollo fritto o di un primo piatto semplice quanto robusto. L’ho provata accompagnando un ragù di carne e un sugo fatto da macinato di vitello e molto peperoncino. In entrambi i casi sono rimasto soddisfatto.
Secondo quanto letto in molti siti, la Du Demon si presta per essere accompagnata da dolci, ma la scelta mi convince ben poco ed è per questo che non ho mai voluto fare la prova. Va servita in bicchieri a calice, ad una temperatura di servizio pari a 8/10°C.

CONFEZIONE

Du Demon

Venduta in bottiglia da 25 cl diventata un classico tra i consumatori di birra, grazie all’etichetta dorata sulla quale campeggia il viso maligno del demonio.
Un design azzeccatissimo che rende la Du Demon immediatamente riconoscibile sugli scaffali dei supermercati, dove solitamente è venduta ad un prezzo medio di 2,50€

Da un po’ di tempo a questa parte è disponibile anche in lattina da 50 cl, ma contrariamente “all’originale” ha una gradazione alcolica pari a 8,5%. Di conseguenza il sapore risulta meno forte e corposo, ma sempre molto piacevole.

SCHEDA

  • Tipologia di birra: strong lager.
  • Fermentazione: alta.
  • Gradazione: 12% vol.
  • Formati: bottiglia 25 cl, lattina da 50 cl.
  • Produttore: Les Brasseurs de Gayant
  • Nazione produttrice: Francia.

Dimmi che ne pensi

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.