Un elefante a Copenaghen

A Copenaghen sorge lo stabilimento della Carlsberg, una delle più note birrerie. Il visitatore che si appresta a varcare il cancello è accolto da quattro elefanti, riproduzione fedele dei quattro pachidermi che decorano piazza della Minerva a Roma.

Un vezzo voluto da Carl Jacobsen, il figlio del fondatore di questa birreria ed appassionato d’arte. Gli elefanti sono il simbolo di fertilità, saggezza, forza e coraggio.

Elephant beer

Quattro elementi che ben si sposano con questa birra dal carattere deciso, di solo malto d’orzo e prodotta a bassa fermentazione. Questa pratica consiste nell’utilizzare lieviti che lavorano a basse temperature, solitamente di 8-12 gradi C.

L’antica usanza bavarese di produrre e immagazzinare la birra in grotte molto fredde (il termine tedesco lagern vuol dire appunto immagazzinare, conservare ed è da qui che deriva la dicitura birra Lager) involontariamente portò alla selezione di ceppi di lieviti in grado di lavorare a queste temperature. Nel diciannovesimo secolo fu proprio la danese Carlsberg ad isolarlo.

Perché utilizzare la bassa fermentazione? Il motivo è molto semplice ed è poi la caratteristica delle birre lager. Con queste temperature ai lieviti viene inibita la capacità di produrre aromi fruttati ed altre sostanze quali i fenoli. Vengono così messi in risalto il sapore del malto e del luppolo che in questo caso assumono il ruolo di veri ed incontrastati protagonisti.

Questa pratica, di contro, porta il produttore ad un’attenta ed accurata scelta delle materie prime che devono essere di elevatissima qualità.

Caratteristiche

Il colore è di un giallo intenso accompagnato da una schiuma compatta e persistente; un involucro gradevole che scopre al suo interno delicatissimi sentori di melone e mele. Il sapore è sicuramente l’aspetto che più colpisce grazie alla freschezza che lascia al palato, accompagnata allo stesso tempo dal caldo piacere che rilascia la parte alcolica.

Un retrogusto leggermente amarostico non appesantisce una degustazione che risulta decisamente gradevole. Una birra complessa nel suo insieme di aromi e sapori così diversi, ma ben amalgamati.

ABBINAMENTI
La gradazione alcolica pari a 7° rende quasi scontato un abbinamento con carni rosse, primi piatti ricchi e corposi e fritto di verdure. Una buona scelta può anche essere accompagnarla con del cioccolato fondente di qualità.


CONFEZIONE
Una nota va sicuramente alla bottiglia, caratteristica e nota distintiva grazie, soprattutto, all’etichetta. Trasparente e con ovviamente impresso l’elefante. Un simbolo oserei dire che per gran parte degli anni ’90 ha contribuito alla diffusione di questo prodotto.

Come spesso accade, con il passare degli anni le aziende sentono la necessità di cambiare ed anche nel caso della Elephant beer è stato così.

Adesso la birra è distribuita in una bottiglia anonima e un po’ triste. Peccato!

Scheda

Produttore: Carlsberg.
Nazione: Danimarca.
Classificazione: Lager.
Tipologia: strong lager.
Gradi alcolici: 7,2%.
Fermentazione: bassa.

Video consigliato: Blonde Redhead – Elephant Woman

Dimmi che ne pensi

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.